“Un dollaro e mille chilometri”, il libro per chi non va in crociera neanche se gliela offrono

Viaggia, esplora, vivi. Non ti fermare. Scopri, fatti trascinare dalla candida potenza della curiosità. Il mondo è qui, non scappa: ti aspetta. La vita dura meno di un battito di ciglia. Dominique Lapierre lo sa: per questo motivo ha impugnato due valigie, 10 mila franchi ed è salpato per il Messico. Con un dollaro ogni mille chilometri, ogni mille emozioni.

Continua a leggere ““Un dollaro e mille chilometri”, il libro per chi non va in crociera neanche se gliela offrono”

Dalla Russia con amore

Avete presente la letteratura di viaggio? Ne siete appassionati o non è mai rientrata nella vostra libreria? È una branca antica dello scrivere, una sorta di connubio tra diario, memoir e storie di avventura. Un tempo aveva maggiormente un utilizzo  esplicativo, finalizzato a far conoscere luoghi inesplorati o popoli lontani; un tempo serviva a tracciare mappature o, quantomeno, dava senso a quegli spazi immensi che l’uomo d’occidente riusciva ben poco a comprendere e concepire; un tempo, poi, si viaggiava a piedi o con mezzi di fortuna e la lentezza diventava prerogativa dell’esperienza. Continua a leggere “Dalla Russia con amore”

La letteratura delle anime in viaggio

Hotel Nomade’ dell’autore olandese Cees Nooteboom è un inno al movimento, all’esperienza del viaggio come vissuto di ricordi; è la raccolta di una serie di pezzi scritti tra gli anni ’60 e il 2000,  pubblicata in Italia da Feltrinelli nella sua collana Traveller. Continua a leggere “La letteratura delle anime in viaggio”

Parliamo di Stefan Zweig

“Chi era costui?” Per molti questa potrebbe sembrare una domanda assurda ma non tutti conoscono l’opera di Zweig nonostante la sua abbondanza e varietà né, tantomeno, conoscono l’uomo dietro l’autore, un personaggio tutt’altro che scontato.

Continua a leggere “Parliamo di Stefan Zweig”

La riscoperta dell’antica via. In cammino con Paolo Rumiz

È tutta una questione di piedi. Sono loro che sentono la terra, i basolati, l’asfalto, l’erba, i sentieri di pietrisco; i piedi sono coloro che portano Paolo Rumiz nei suoi vagabondaggi continui, trasmettendo una cultura fisica, di sensazioni e percezioni che collegano le estremità del corpo con il nostro cervello.

Continua a leggere “La riscoperta dell’antica via. In cammino con Paolo Rumiz”