Una pillola yiddish. “Sender Prager” di I.J. Singer

Prendete un eterno scapolone ebreo proprietario di un ristorante a Praga, una vedova, uniteli in matrimonio, aggiungete una manciata di giovani cameriere affrante, un rabbino dalle visioni conservatrici, i parenti della sposa colpiti da fanatismo religioso, salate quanto basta, mescolate il tutto per bene e stendete su una settantina di pagine formato 10,5 X 17,5 cm. Servite in tavola ancora caldo.

Continua a leggere “Una pillola yiddish. “Sender Prager” di I.J. Singer”

Annunci