Un libro che non mente. “L’amante”, Marguerite Duras

Che Marguerite Duras sia stata una grande scrittrice è noto a tutti. Quello che molti non sanno è che la scrittrice francese, nata e cresciuta nell’odierno Vietnam, non si è limitata a raccontarsi attraverso la letteratura, ma si è fatta portavoce di valori universali militando nella Resistenza francese durante gli anni della Guerra. È un’eroina della pagina e degli ideali, di cui la Francia va fiera.

Continua a leggere “Un libro che non mente. “L’amante”, Marguerite Duras”

Annunci

Così mi ha conquistata Arturo Bandini. “La strada per Los Angeles”

Ho letto “La strada per Los Angeles” e ho avuto qualche problema a relazionarmi con Arturo Bandini.

Continua a leggere “Così mi ha conquistata Arturo Bandini. “La strada per Los Angeles””

Carlos Ruiz Zafón, “Il gioco dell’angelo”

Il gioco dell’angelo è il secondo capitolo della saga del Cimitero dei libri dimenticati di Carlos Ruiz Zafón. Del primo libro, L’ombra del vento, l’autore mantiene l’ambientazione e i personaggi: Barcellona, anni Venti, la vita di David Martìn si racconta in una trama del tutto inaspettata.

Continua a leggere “Carlos Ruiz Zafón, “Il gioco dell’angelo””

Il senso di una profonda amicizia nel secolo delle distanze, delle lettere e degli amori struggenti

La penna di Jan Brokken, già autore di Anime Baltiche (recensione qui), questa volta si concentra su un periodo ben preciso della vita del grande scrittore Dostoevskij che, a meno di 30 anni si trova accusato per le sue idee troppo liberali, spedito in Siberia in un campo di lavoro e poi condannato al confino come cadetto militare fino alla sua morte. Continua a leggere “Il senso di una profonda amicizia nel secolo delle distanze, delle lettere e degli amori struggenti”

Un eroe vinto. “Il Migliore” di Bernard Malamud

Adesso che ho letto “Il Migliore” di Malamud non so più quale romanzo, fra quelli di Bern, sia quello che preferisco. Una cosa è certa: se non leggo tutti i libri di Malamud, mi sembra di vivere a metà. 

Continua a leggere “Un eroe vinto. “Il Migliore” di Bernard Malamud”