Scivolano i colori tra le dita. “Unastoria” di Gipi

gipiSe il diciottenne si svegliasse di colpo una notte, si alzasse ed allo specchio si vedesse per magia, per maledizione con la faccia con la pelle dei suoi futuri cinquantanni, morirebbe vomiterebbe. Ma invece, scivolando secondo dopo secondo, per anni e poi decenni, sempre distratto da altro, un giorno, non più diciottenne quello si alzerà. Andrà allo specchio nel bagno e si vedrà trovandosi mica male per quel momento, di colpo, una notte. Continua a leggere “Scivolano i colori tra le dita. “Unastoria” di Gipi”

Annunci