Nella diversità sta la ricchezza

Nella prima parte di questo libro si pensa di aver a che fare con un giallo, come in uno di quei casi di Sherlock Holmes che piace tanto al protagonista. Questo giovane adolescente è pronto a tutto pur di risolvere questo mistero, tanto che è costretto: ad aggirare le regole, a fare cose che gli sono state proibite e persino a superare le sue paure. Durante il racconto, se vogliamo, possiamo provare a calarci nei suoi panni e pensare a quanto sia stato difficile per lui fare tutto ciò.

Continua a leggere “Nella diversità sta la ricchezza”

Annunci

Paolo Sorrentino: odio, amore o indifferenza?

Non mi pare di aver mai sentito un parere univoco sull’opera di Sorrentino. O lo detestano o lo adorano o lo ignorano con un’indifferenza quasi imbarazzante. Continua a leggere “Paolo Sorrentino: odio, amore o indifferenza?”

Carlos Ruiz Zafón, “Il gioco dell’angelo”

Il gioco dell’angelo è il secondo capitolo della saga del Cimitero dei libri dimenticati di Carlos Ruiz Zafón. Del primo libro, L’ombra del vento, l’autore mantiene l’ambientazione e i personaggi: Barcellona, anni Venti, la vita di David Martìn si racconta in una trama del tutto inaspettata.

Continua a leggere “Carlos Ruiz Zafón, “Il gioco dell’angelo””

“The Boss” si racconta: vita e avventure di Bruce Springsteen nell’autobiografia “Born to Run”

Sono anni che la sua voce dà un senso ad alcune delle mie giornate più complesse, eppure l’ho visto dal vivo solo una volta, nel luglio 2016, durante The River Tour assieme alla sua E Street Band. Cinque ore pazzesche di concerto, cinque ore di pura musica spaziale, cinque ore di emozioni forti e qualche lacrima. Addosso avevo una maglietta blu con le maniche stracciate e la stampa della silhouette di Springsteen di schiena, bandana infilata nella tasca dei jeans.

Continua a leggere ““The Boss” si racconta: vita e avventure di Bruce Springsteen nell’autobiografia “Born to Run””

Il racconto del medico di Lampedusa, l’eroe di “Fuocoammare”. “Lacrime di sale” di Pietro Bartolo

Più volte gli è stato chiesto se non vacilli mai la sua fede in un Dio che permette tutto questo dolore. Che c’entra Dio, ha risposto. A causare quel dolore non è Dio ma sono gli uomini.

Lacrime di sale racconta due storie diverse anche se estremamente interconnesse: la prima è la storia di vita di Pietro Bartolo, nato a Lampedusa, costretto poi a lasciare la piccola isola per andare a studiare in una più grande (la Sicilia), che si laurea, forma una famiglia e poi torna finalmente a casa. La seconda racconta il dramma dei migranti, le loro condizioni, le loro speranze, gli infiniti sacrifici, le indicibili sofferenze e le racconta dal punto di vista del medico, che fa il suo lavoro con passione e professionalità, anche se a volte essere professionali è proprio difficile.

Continua a leggere “Il racconto del medico di Lampedusa, l’eroe di “Fuocoammare”. “Lacrime di sale” di Pietro Bartolo”