Quando un romanzo rimane muto

Il libro di Nicola Ravera Rafele, Il senso della lotta, edito da Fandango, fino al 14 giugno 2017 rientrava tra i 12 finalisti del Premio Strega di quest’anno. È stato poi escluso dalla cinquina dei più votati che vede in testa “Le otto montagne” di Paolo Cognetti (recensione qui),  l’unico tra i fortunati che al momento io abbia letto. Mi sono dedicata anche alla lettura de “Le cento vite di Nemesio” di Marco Rossari (recensione qui) e a “La stanza profonda” di Vanni Santoni di cui presto parlerò, sempre titoli che avevano passato il penultimo step verso uno dei premi letterari più noti e controversi del nostro Paese. Continua a leggere “Quando un romanzo rimane muto”

Annunci