“Il capitano è fuori a pranzo”, ovvero tutto l’universo di Bukowski

Non sono un bukowskiano e probabilmente non lo diventerò mai. Non vorrei passare per puritano, ma con tutto ciò che offre quella sterminata foresta che è la letteratura, non provo particolare interesse a leggere di uomini che si ubriacano, vomitano, giocano a cavalli, fanno a cazzotti, il tutto raccontato con un linguaggio colorito adatto al caso. A meno che queste vicende non rivestano carattere autobiografico: in quel caso la mia curiosità si sente sufficientemente stimolata per procedere alla lettura.

Continua a leggere ““Il capitano è fuori a pranzo”, ovvero tutto l’universo di Bukowski”

Annunci

Al confine tra realtà e finzione: una biografia “teatrale”

Per Olov Enquist è uno degli autori di spicco tradotti dalla casa editrice indipendente Iperborea che da anni si dedica al diffondere la conoscenza degli scrittori del nord Europa, una scelta che si sta dimostrando sempre più vincente. Continua a leggere “Al confine tra realtà e finzione: una biografia “teatrale””

Parliamo di Stefan Zweig

“Chi era costui?” Per molti questa potrebbe sembrare una domanda assurda ma non tutti conoscono l’opera di Zweig nonostante la sua abbondanza e varietà né, tantomeno, conoscono l’uomo dietro l’autore, un personaggio tutt’altro che scontato.

Continua a leggere “Parliamo di Stefan Zweig”

Stagioni di immigrazione e di integrazione

Pubblicata nel 2015 e andata in ristampa per ben quattro volte, “Primavere e autunni” di Ciaj Rocchi e Matteo Demonte, graphic novel sui generis, è stata ripresentata nel contesto della manifestazione letteraria di Bookcity 2016 qui a Milano, inserendosi nel tema immigrazione, uno dei grandi protagonisti di questa edizione. Continua a leggere “Stagioni di immigrazione e di integrazione”

“Parla, ricordo”, l’eccezionale memoir di Nabokov

Una volta terminato di leggere questo affascinante libro non ho potuto che riflettere su come il titolo ne rappresentasse metaforicamente una sineddoche. Perché è proprio in quel chiedere al ricordo di “parlare” che sta l’anima di queste pagine intrise di immagini, colori e dettagli.

Continua a leggere ““Parla, ricordo”, l’eccezionale memoir di Nabokov”