Leggere e innamorarsi ogni volta

Io leggo tanto. Ho una foto della mia libreria che lo può testimoniare. E scrivo quanto basta. Ho pagine intere di tragicomici struggimenti adolescenziali; pensieri fermati negli anni su pezzi di carta e tovagliolini; qualche racconto. Non sono Philip Roth, lo devo ammettere, ma andiamo! di scrittori che hanno avuto un’illuminazione tardiva ce ne saranno. Confido in questo.

Il punto è che leggo, scrivo e sono certa di quello che vorrei dire in questo articolo, o meglio, ne ero assolutamente certa finché non ho aperto il mio bel blocchetto intonso, ho preso la mia penna preferita ..e.. panico.

Questa situazione mi fa riflettere.

È ancora possibile scrivere qualcosa di interessante oggi?

È ancora possibile trovare qualcosa che non sia già stato detto, studiato, sviscerato e analizzato?

Mi è capitato spesso, come credo sia capitato anche a voi, di sentirmi chiedere: “Ma perché ti piace leggere? Non ti annoia stare li senza fare niente? Non ti viene sonno?” E altre amenità che non sto ad elencare, con un tono tra il sorpreso e l’infastidito.

Posto che una cosa non debba per forza servire fisicamente per essere utile e piacevole, così senza pensare troppo posso solo rispondere che per me leggere è propriamente una forma d’amore.

In fondo è come innamorarsi ogni volta. Può essere un colpo di fulmine, che ti colpisce per un titolo brillante o una grafica accattivante ma può anche essere un innamoramento lento; ci si studia un po’, sarà quello giusto?

L’emozione e l’aspettativa del primo incontro, aprire le pagine e sentirne il profumo, ogni volta unico e inconfondibile, che non sarà mai lo stesso. Scoprirlo, parola dopo parola, virgola dopo virgola, dialogare e creare un rapporto intimo e personale; avere voglia di fermare il tempo per poter stare insieme ancora altri 5 minuti.

Perché se entri in sintonia con un autore, proprio come in ogni storia d’amore che si rispetti, trovi tutti i suoi lati positivi, divori avidamente tutta la sua bibliografia (dal best seller all’intervista di una riga sul quotidiano sconosciuto), riesci perfino a perdonare i libri meno appassionanti.

Per rispondere ai miei dubbi, si, forse è difficile continuare a credere nel potere della scrittura, è un puro atto di fede. Non bisogna necessariamente trovare solo nuovi contenuti; guardare al passato, alle grandi menti che ci hanno preceduti è giusto e necessario. Bisogna solo cercare di farlo con la mente aperta, un po’ di spirito critico e la voglia di trovare nuovi spunti per riflettere.

Il mio amore letterario è senza ombra di dubbio Umberto Eco. È sempre una buona idea leggere un suo libro, rileggerlo, rileggerlo ancora perché è matematicamente impossibile cogliere appieno tutte le sfaccettature racchiuse nei suoi discorsi.

In questo caso non è stato un colpo di fulmine ma un amore cresciuto riga dopo riga. La sua produzione è talmente vasta e variegata che risulta impossibile non trovare almeno una cosa da apprezzare sinceramente.

È stato un erudito democratico che passava dallo studio di una meno accessibile filosofia medievale alla lettura più popolare del fumetto (non tutti sanno che è stato anche inserito nel n. 136 di Dylan Dog «Lassù qualcuno ci chiama» come professor Humbert Coe). Quest’immensa conoscenza si è ovviamente tradotta in libri, la sua scrittura è ricca di significati, densa di riferimenti e per questo sempre trascinante, perché mette alla prova il lettore costringendolo ad una partecipazione attiva. I suoi romanzi (Il nome della Rosa, Baudolino, Il pendolo di Foucault per citare solo i più famosi) sono capolavori indiscussi, ma non sono da meno tutti gli articoli pubblicati nel corso degli anni per testate come l’Espresso: pillole di genialità, ironia e acume, raccolti per fortuna nel volume La bustina di Minerva.

Insomma, il testo non ci scorre solo addosso, bisogna mettere in moto il cervello. Cosa che in fondo non fa mai male nella vita, a prescindere dalla lettura.

Annunci

Un pensiero riguardo “Leggere e innamorarsi ogni volta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...