Il senso di scrivere. Dall’idea al racconto

Il senso di scrivere ce l’ho dentro. Ce l’ho da quando ho capito che scrivere è uno fra i pochi elisir di lunga vita. Bevi l’inchiostro nero, lo stendi – bene -, su un foglio, e sei immortale.

Non che sia una fan della tanto desiderata vita eterna, e nemmeno aspiro a diventare la nonnetta più vecchia del mondo, ma non posso nascondere quanto mi affascini scrivere per lasciare un’impronta della mia esistenza. C’è chi preferisce disegnare, alcuni dipingono, altri recitano, cantano, raggiungono record invidiabili nelle più disparate discipline sportive. Io, invece, scrivo.

Certo, è un’aspirazione decisamente ambiziosa, quella di scrivere per essere ricordato. Dunque quando prendo in mano carta e penna, è sempre meglio che io non pensi troppo alla ragione che mi spinge a scrivere. È un atto così immediato che non serve sentirsi parte di un sistema, né essere mossi da desiderio di fama.

Spesso scrivo per liberarmi di qualche pensiero, che buttato su un foglio fa ancora più male. A volte capita che il pensiero sia talmente bello da non trovare la forma adatta, la lunghezza, le parole giuste per essere descritto. Eppure ci provo. In quel preciso momento un’idea diventa testo. Non è affatto scontato che avvenga con semplicità, perché, costruire un racconto, è decisamente complesso.

mdscrv2_orig

Anzitutto dietro a un testo c’è un’idea. Dietro a un’idea c’è un ricordo. I ricordi, per non essere dimenticati, hanno bisogno di essere scritti. È così, è una regola dell’esistenza. Chi non lo fa, dimentica facilmente – e sbaglia. Insieme al ricordo, che è realtà, si mescola la fantasia; così tutti gli elementi di un racconto saranno un ibrido tra reale e immaginario. Mi riferisco a descrizioni, paesaggi e soprattutto personaggi. Il personaggio è il carattere della storia. Io, più di tutti, credo nei personaggi. Mi cerco, sorprendendomi quando mi trovo. L’immedesimazione è fondamentale per lo scrittore e per il lettore.

Quando l’idea si mescola con la realtà nasce un racconto. In un modo o in un altro, più o meno nascosto, dice qualcosa di me. Può piacere o non piacere. Io non smetterò di scrivere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...