L’america della tecnologia e dei disoccupati. “Purity” di Jonathan Franzen

Un libro schietto, deciso, che scorre veloce con la voglia di farci conoscere i fatti, ed è così che si legge, rapidamente, volendo sapere cosa accade dopo, rimanendo capitolo dopo capitolo positivamente insoddisfatti. È sicuramente questa una delle ricette riuscite per un buon libro, che lo fa risultare avvincente e facile da leggere ma non per questo superficiale. Franzen, infatti, delinea molto bene alcune delle caratteristiche dell’America contemporanea come la disoccupazione giovanile, le nuove tecnologie che possono cambiare le nostre vite lavorative e private, la gara all’ultimo respiro dei giornalisti che per far fronte a una ormai irreversibile crisi cercano in ogni modo di avere l’esclusiva e infine il famigerato mondo degli hacker, con Wikileaks e progetti simili.

Purity Tyler

Purity Tyler è una giovane ragazza molto promettente, che vuole crearsi un futuro ma soprattutto scavare nel suo passato e ritrovare suo padre, di cui fin dalla nascita la madre non le ha dato alcuna notizia, se non descrivendolo come una persona spregevole. Grazie all’incontro con Andreas Wolf, fondatore del colosso di informazioni illegalmente divulgate, il Sunlight Project, riuscirà a dare una svolta a quella che era la vita piatta di una ragazza provinciale, con un lavoro part-time, una madre appiccicosa e un grosso debito universitario da colmare.

Non uno ma tanti protagonisti

La mia idea è che non ci sia un vero e proprio protagonista nel libro, ma che in ogni capitolo vi sia una descrizione talmente dettagliata e soprattutto ben riuscita dei personaggi principali che è impossibile distinguere quale sia per Franzen il vero centro di attenzione. Essi sono, perdonatemi il termine attempato ma tuttavia ancora efficace, personaggi “a tutto tondo”. Ad esempio la madre di Purity era una giovane artista incompresa, che è impazzita a causa della sua ossessione per l’arte, per cui si rinchiudeva nella sua stanza per ore ed ore trascurando sé stessa e la sua vita matrimoniale. Andreas Wolf è un giovane privilegiato della Berlino est degli anni ’80, che rinuncia in parte ai suoi privilegi per vivere nello scantinato di una chiesa ed aiutare i giovani (e le giovani) con problemi psicologici a sorpassare i momenti difficili. Da adulto diventerà un abile hacker, rifugiato nel suo piccolo paradiso boliviano, sia perché ricercato a causa del suo lavoro illegale, ma anche per fuggire dal senso di colpa che lo attanaglia a causa di un’azione terribile commessa in gioventù.

A volte non resta che la rinuncia

Insomma un panorama avvincente, non fosse per la presunta protagonista del libro, inafferrabile, avvolta da una nuvola di mistero e di contraddizione. È quasi un peccato vista la abilissima costruzione degli eventi e dei personaggi, ma è come se Franzen non fosse riuscito, o non abbia voluto, costruire il personaggio di Purity, che cambia idea repentinamente, senza motivazioni visibili ma nemmeno deducibili, finché lo sforzo di creare un personaggio misterioso sfocia in una rinuncia da parte del lettore a provare empatia o semplicemente a capire il personaggio. Sinceramente da Purity Tyler mi aspettavo di più.

Un libro dunque che consiglierei come lettura leggera, per conoscere le questioni importanti del mondo contemporaneo, ma che non lascia spazio alla riflessione fine a sé stessa, esente da frasi toccanti e complicate questioni filosofiche e che quindi appaga il desiderio di una lettura moderna, al passo coi tempi, che impedirà a chi inizia il libro di abbandonarlo sul comodino ricoperto di polvere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...