I maestri vanno mangiati in salsa piccante. Intervista a Giordano Meacci

Presentato da Francesco Durante, Giordano Meacci è giunto a Torricella Peligna per la undicesima edizione del John Fante Festival. Ha parlato dell’ultimo suo romanzo, “Il cinghiale che uccise Liberty Valance” (recensito qui dallo Scriptorium). Con quest’opera è arrivato finalista al Premio Strega 2016, ha vinto il Premio Lo Straniero 2016 ed è stato finalista al Premio Procida-Isola di Arturo-Elsa Morante 2016 sezione Narrativa. Premi che probabilmente non sono bastano per capire quanto quest’opera sia bella e ambiziosa. In effetti, quando ho cominciato a parlarci, Meacci mi è sembrato una persona piuttosto interessante e competente. Poi, piano piano, ha perso la ragione. Ha cominciato a parlare di un posto inventato – l’ho cercato su google maps e infatti non esiste -, affermando addirittura di averci vissuto. Un folle? O semplicemente un grande scrittore?

Ecco l’intervista

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...