Il senso della ricerca sta nel cercare. “Per Isabel”di Tabucchi

Stazione di Roma Termini.
14 agosto.
Il caldo umido intorpidiva le mie ginocchia, stanche di camminare, desiderose di arrivare a casa.
Purtroppo il mio treno percorreva evidentemente la linea sbagliata: un incendio, causa di un ritardo infinito, ne aveva guastato i preziosi fili di rame sopra ai binari. Non sarei arrivata a Milano in breve tempo.
La libreria Feltrinelli, a quel punto, doveva essere l’unica speranza, di fronte all’interminabile attesa che mi si stava presentando.
Entrai. Comprai due libri.
Uno di questi fu “Per Isabel. Un mandala”.

IMG_20150227_165513.jpg

C’è da dire che Tabucchi ha sempre saputo stupirmi, e che “Sostiene Pereira” resterà per sempre il libro cardine della sua poetica. Ma qualcosa di speciale ce l’ha anche Per Isabel, diverso da tutti gli altri libri del suo autore. Non conoscendolo, mi sono affidata al mio istinto e alla pazzesca voglia di leggere un romanzo intrecciato di una trama amorosa. Sicuramente sono stata attratta anche dal sottotitolo – Un mandala -, che, per quanto possa essere un tatuaggio di ultimo grido tra i miei coetanei, è effettivamente uno dei simboli spirituali più carichi di energia positiva.

L’inchiesta

Così me ne stavo lì seduta a leggere. E mentre leggevo scoprivo di Isabel. E mentre scoprivo di Isabel percorrevo i cerchi concentrici del mandala immaginario di Tabucchi.
Il romanzo è un’inchiesta sulle tracce di una giovane sovversiva che, all’epoca delle censure e delle insurrezioni universitarie, si caccia nei guai per poi sparire nel nulla. In effetti di amoroso non c’è molto, se non il ricordo e la cura con cui i personaggi parlano di lei. Isabel ha lasciato tracce di sé da Lisbona a Macao, e il protagonista, che cerca di risolvere il giallo della sua scomparsa, si muove nello spazio e nel tempo con straordinarie proprietà metafisiche.

In un caldo pomeriggio romano, ho finito il libro e quello che mi porto dentro è che il senso della ricerca sta nel cercare. Talvolta senza raggiungerne il fine.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...