La Rowling è grande, anche quando è spietata. “La Via del Male” di Robert Galbraith

Lei dice di essersi divertita scrivendo La via del male più che con ogni altro libro – Harry Potter compreso. E se ciò non stupisce è perché l’ultimo romanzo firmato «Robert Galbraith» (lo pseudonimo con cui la Rowling firma la sua serie di gialli) scatena nel lettore una serie molto variegata di intense emozioni: paura, commozione, angoscia, serenità. Ho avuto paura, sì, perché il solo pensiero che Robin possa essere aggredita dall’assassino che sta spargendo vittime per le più buie vie di Londra mi ha fatto tremare sulla sedia. Dopo Il richiamo del cuculo e Il baco da seta, tornano a calcare la pagina Cormoran Strike e Robin Ellacott, due personaggi meravigliosi, che l’autrice ci fa conoscere piano piano, romanzo dopo romanzo, dimostrando ulteriormente – come se ce ne fosse bisogno! – la sua bravura nel calibrare le informazioni.

STL25JK_1186193k

La trama del romanzo, tutto sommato, non è niente di eclatante: all’agenzia investigativa di Strike, dove lavora anche Robin, viene consegnato un pacco indirizzato alla segretaria (Robin per l’appunto): il pacco contiene una gamba. A chi è appartenuta? Perché? La polizia viene avvisata e la stampa non tarda a rendere noto il fatto. Piano piano i clienti tolgono l’incarico ai due investigatori, che si ritrovano a indagare per loro conto sulla misteriosa gamba. La polizia, a Londra, non è abbastanza efficiente, nonostante possa fare affidamento su risorse che Strike si può solo sognare. Una storia cruenta, a tratti spietata. Il femminicidio mostrato dall’interno. Entriamo nei panni delle centinaia di donne che vengono ogni giorno violentate, del punto di non ritorno che costituisce uno stupro, del rapporto intricato con il proprio corpo che ogni donna si trova a dover fronteggiare inseguito a una violenza.

Nei romanzi seriali – con i quali tanti autori stanno avendo un gran successo di pubblico (basti pensare alla squadra della Sellerio) – è naturale assistere, da una parte alla storia dei personaggi, che prosegue di romanzo in romanzo, e dall’altra alla vicenda interna a una singola opera, vicenda che rende comunque autoconclusivo ogni episodio. La Rowling non si tira indietro da questa tecnica narrativa e credo, anzi, che la usi in modo magistrale, come ha già dimostrato ampiamente nella serie del maghetto. I rimandi da un romanzo all’altro, la raffinata misura con la quale sgocciola le informazioni: Cormoran e Robin, il loro passato e il loro presente, in questo romanzo ci vengono raccontati come ancora non aveva fatto.

Robert-Galbraith-La-via-del-male-740x338

Veniamo così a sapere di più su Strike, sulle ragioni del suo caratteraccio, sul suo rapporto col patrigno, sulla bontà di quella donna che l’aveva messo al mondo, ormai tanto tempo fa. Scopriamo poi di Robin le perplessità sul rapporto col compagno che nel giro di tre mesi dovrebbe diventare suo marito, sulle ragioni che le hanno fatto abbandonare l’università e sulle sue aspirazioni più profonde, inesorabilmente legate al suo rapporto con Strike. Ah già, Strike e Robin, tutti e due affascinanti e inestricabilmente legati, appoggi e punti fermi insostituibili l’uno per l’altro. Eppure lavorano assieme, entrambi professionisti, l’ultima cosa che desiderano è mandare a puttane l’agenzia perché si sono innamorati l’uno dell’altra. Però il lettore vuole e aspetta che il loro amore – palesemente onnipresente – si riveli nella sua bellezza. E perché ciò accada – come ci ha già mostrato l’autrice con Ron Weasley e Hermione Granger – possono occorrere centinaia e centinaia di pagine.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...