Un noir milanese negli anni di piombo. “La provvidenza rossa” di Lodovico Festa

Lodovica-Festa1

Fine anni ’70. Milano è una città già molto bella ma ancora ingrigita dalle sue leggendarie nebbie, oggi scomparse, e dall’atmosfera fumosa delle sigarette, sempre presenti. In zona Sempione una scarica di mitra uccide una bella fioraia, iscritta al Partito Comunista e attiva militante.

Nella sezione del quartiere tutti la conoscono per la sua forza e le sue battaglie. Le indagini della polizia, svolte da una giovane leva, si accostano, su binari destinati a rimanere sempre paralleli e distanti, a quelle svolte dai funzionari del partito, personaggi svelti, dediti alla ‘causa’ in un Paese ancora sconquassato dagli anni di piombo, macchiettistici nelle loro pose ma profondamente immersi nel tessuto sociale della città. È grazie a loro, vecchi partigiani e gloriosi combattenti, che la mappatura della Milano di quegli anni ci viene mostrata nei suoi più interessanti anfratti. Prendono vita interi quartieri e periferie, si animano luoghi importanti come la sede del ‘Corsera’ in via Solferino, il velodromo Vigorelli, la zona San Siro, Lambrate.

33516

Un puzzle da 100’000 pezzi

Una serie di dialoganti figure di ‘informatori’ aiuta i protagonisti a svelare pian piano il mistero dell’assassinio, fornendo di volta in volta pezzi di un puzzle complesso formato da politica, istituzioni, criminalità, gossip e giochi di ‘potere e contropotere’Lodovico Festa, ex dirigente del PCI, ci racconta del funzionamento delle maglie del suo partito e della vita di quegli anni con una penna asciutta, senza fronzoli, quasi a rimarcare il suo antico ruolo di funzionario. La prosa si mostra a tratti simile ad un classico rapporto investigativo, frammezzato qua e là da pungenti battute in dialetto e momenti di intima vita di città.

Un ricordo che torna alla mente

Il grande affresco della metropoli del nord rende, soprattutto per i milanesi, questo romanzo piacevole come un ricordo che torna alla mente. Coloro che hanno vissuto in quegli anni avranno modo di rivivere tramite la lettura momenti e atmosfere lontane; i più giovani, invece, oltre ad immergersi nel paragone inevitabile tra passato e presente, impareranno sicuramente a conoscere meglio la propria città.

Annunci

One thought on “Un noir milanese negli anni di piombo. “La provvidenza rossa” di Lodovico Festa

  1. Un libro sicuramente da leggere. Mi viene in mente un romanzo per certi tratti simile “blocco 52” del collettivo Lou Palanca. Vi si narra la storia (vera) dell’ uccisione di Silipo, un dirigente del PCI catanzarese

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...