Dalla Sicilia all’America, le inquietudini sono le stesse. Intervista a Manuela Stefani

Stefani 4.jpg

Fuori piove a dirotto ma dentro la libreria il sole spacca le pietre. La mia camicia è fradicia. Nonostante siano i primi giorni di giugno ho freddo. Le prime gocce hanno cominciato a cadere proprio quando sono uscito di casa. Ma ora tutto si sistema. Entro in questo piccolo pezzo di mondo stracolmo di libri, lasciando all’ingresso un ombrello che uscendo mi scorderò di riprendere. Spero che chi lo troverà, lì abbandonato, possa ritenerlo utile.

Come dicevo, una volta dentro è il calore delle parole ad accoglierti e il mezzo sorriso del vecchio libraio, che è sempre contento di vederti. Così come è contenta Manuela Stefani durante la presentazione di Cenere di mandorlo, il suo ultimo romanzo appena uscito per Mondadori. Dopo La casa degli ulivi (2006)La stanza del pianoforte (2010), la caporedattrice della rivista Airone è tornata con una nuova storia dichiaratamente rivolta sia a uomini che a donne.

Ecco l’intervista, realizzata alla Libreria La Tramite di Piazza Medaglie d’oro 3 (Milano), in seguito alla presentazione del libro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...