POKER DI ASSI – Top film: Commedie

amore2

Ho mentito,  non sono quattro: l’esuberanza della prima volta! Mi gioco un full. Cinque assi. Ho barato. Sticazzi, tanto meglio per voi. Dalla prossima giuro che rigo dritto. Segue la lista versione “Pigro”, chi ha tempo da buttare o semplicemente voglia può leggere le recensioni più sotto, molto simpatiche e accattivanti:

  1. Sherlock Jr. (Buster Keaton)

  2. Festen (Thomas Vinterberg)

  3. Divorzio all’italiana (Pietro Germi)

  4. Io e Annie (Woody Allen)

  5. A qualcuno piace caldo (Billy Wilder)

Sherlock Jr. (Buster Keaton)

buster-keaton-sherlock-jr

La mia ammirazione per quest’uomo ha un che d’imbarazzante. Fosse ancora vivo, non esiterei a fare qualunque cosa per renderlo felice.  Mi offrirei spontaneamente di rammendargli i calzini, preparargli la colazione, stirargli camicie, sarei la sua massaia, gli pagherei da bere tutte le volte, condividerei il mio tetto, gli consegnerei di buon grado tutte le mie sostanze, i miei tesori, finanche mia figlia, se solo ne avessi una. «Purché tu non smetta di fare film» – gli direi. Capito?
Purtroppo, Keaton è morto e quel cinema anche. Oggi come oggi, nessuno avrebbe coraggio di girare film del genere. Credo sarebbe addirittura illegale; per l’incolumità degli attori o sarcazzo… E ci mancherebbe, per carità. Ma un mondo senza quella scintilla di sacra follia, insomma, mette un po’ tristezza.
Vabeh. Ci accontentiamo che il nostro, se non altro, è stato prolifico. Anche senza il mio aiuto di massaia. Questo è il suo film più bello e tra tutti, forse, il più rappresentativo. Com’è tipico in Keaton, il ritmo inizialmente è più lento, disteso. Paragonatelo a un bagno di sole su una spiaggia semideserta. Siete tranquilli. Va tutto bene. Chiudete gli occhi, la musica si riversa dall’i-pod nelle vostre orecchie. Non potete sentire le urla terrorizzate dei vicini. State ancora fischiando, quando lo tsunami vi travolge. Se sopravviverete, avrete qualcosa da raccontare ai vostri nipoti.
Keaton è lo tsunami: è una forza della natura, è dinamite. Una dopo l’altra infila una sequela di gag impossibili, pazzesche, tanto sbalorditive che ti scordi pure di ridere. Quand’è finita, pensi che vorresti almeno stringergli la mano e pagargli da bere. Poi ti ricordi che è morto. E una lacrima di commozione ti riga le guancie.
Amen, Buster. Vorrà dire che il tuo bicchiere me lo berrò io. Ad memoriam. Credo poi che mia figlia sia più contenta così. Anche se non ho una figlia, come ti ho detto.
Durata: 45 min.

Festen (Thomas Vinterberg)

festen_still_lars_hoegsted_05.jpg

Forse non una commedia in senso stretto, ma opera di genio, via, questo sì. Commedia nera, ok. Capolavoro – assieme a Idioti di Von Trier –  del Dogma 95, che per chi se lo fosse perso è un «voto di castità» scritto di pugno dagli stessi Vinterberg e Von Trier e prevede l’abolizione integrale di: belletti cinematografici, trucchi, effetti speciali, musiche di sottofondo, etc etc. Cionondimeno, il film appare tutto meno che amatoriale. Una sinossi potrebbe essere la seguente: celebrazione famigliare con inculata. Se ride, se piagne, se ride e se piagne, non capisci bene se devi rìde o se devi piàgne, che faccia metto qui, faccia triste faccia buffa, ti confonde, ti disorienta, ti volta e ti rivolta. Oltre a farti rodere notevolmente il culo perché pensi che un film così potevi girarlo anche tu, non servono mica i milioni. Beh… Servono attori coi cazzi e i controcazzi, ok. Quelli il buon Thomas ce li ha. Serve un robusto talento cinematografico, e non puoi mica infonderlo col morso di qualche ragno radioattivo, no? O Vinterberg ci nasconde qualcosa? Mmmm…. VABEH NON MI GUARDATE MALE HO CAPITO: UN FILM COSI´ POTEVA FARLO SOLO LUI. Grande Vint! We bow our heads.
Durata: 106 min.

Divorzio all’italiana (Pietro Germi)

divorzio_italiana_1.jpg

Questo film non fa ridere. Fa piangere. Piango, perché penso che oggi il livello massimo della commedia italiana è Checco Zalone. Ma perché nessuno glielo dice, ai telegiornali e a tutta quella manica di stronzi, che Mastroianni se li magnava tutti. TUTTI. A colazione. Che li portasse via il colera. O la febbre gialla, chessò. Vabbeh. Germi grande come sempre. Mastroianni, dicevo, fenomenale (come sempre). Prendete “Bravo” e moltiplicatelo per 800: per farvi un’idea. Pietra miliare. Da vedere. ORA.
Durata:108 min.

Io e Annie (Woody Allen)

20100705231234!Io_e_Annie.jpg

Una delle migliori commedie del vecchio Woody, quando ancora si divertiva a fare film. Impossibile rivederlo oggi senza una punta di nostalgia e, forse, qualcosa di più. Il nostro inventa una nuova mitologia per l’uomo moderno, con cui decifrare il nostro tempo, o, meglio, fissa in modo indelebile ciò che era già sotto gli occhi di tutti: come non pensare, oggi, gettando un occhio alle torme di ragazzine che postano sul loro profilo frasi prese da Siddartha miste a foto del loro pube incorniciato da ricci di mare, alle eterne intellettuali del vecchio Woody? O quanti uomini non si sono riconosciuti almeno una volta nelle sofisticate elucubrazioni presessuali del nostro amabile paranoico? Insomma, il buon Woody ci mette il suo, e riesce bene. Il risultato è un film più personale rispetto ad altri dello stesso periodo, che erano comunque molto personali… in qualche modo toccante. Il tutto condito con umorismo yiddish (e pessimismo cosmico). Buona visione!
Durata: 93 min.

A qualcuno piace caldo (Billy Wilder)

immagine_a-qualcuno-piace-caldo_29892.jpg

Un classico della commedia americana  da uno dei maestri della commedia americana. Inutile dire che l’avrete tutti sentito nominare almeno una volta. Un film entrato nell’immaginario collettivo: le smorfie di Jack Lemmon, il culo di Marilyn Monroe, la compostezza di Tony Curtis. Che dire. Citando il vecchio Buster: «Il film è, per l’attore, un’occasione per fare l’idiota: più sarà serio in questo, e più risulterà divertente». Guardatelo e fatevi du risate.
Durata: 132 min.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...