La frontiera che non c’è. La Trilogia dell’Area X di Jeff VanderMeer

12822784_10208631075563717_1568025466_o.jpg

Il mondo di oggi è sempre più piccolo, la tecnologia ci permette di aprire finestre su qualsiasi parte del mondo, illudendoci che tutto sia possibile a portata di mano, che nulla sia rimasto da scoprire. I grandi spazi incontaminati, ambientazione di tanti romanzi d’avventura, dove l’uomo si trovava a misurarsi con l’ignoto sembrano essere oramai solo un eco di epoche passate, la frontiera è stata frugata, battuta passo passo, superata e infine completamente addomesticata dall’uomo.

La superiorità dell’uomo sulla natura

Nei suoi tre romanzi Vandermeer mette in discussione proprio questa concezione di superiorità dell’uomo verso la natura. La sua Area X è un buco nero sulla mappa della terra. Un territorio che, per un evento ignoto, è stato strappato all’uomo e riconsegnato alla natura, che è tornata padrona di se stessa e in grado di esprimersi in tutta la sua sublime brutalità. I protagonisti si scontrano con un ambiente ostile sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista psicologico che li porta a prendere coscienza dell’inadeguatezza dei propri strumenti di comprensione.

vandermeer-portrait-thumb.jpg

Un’essenza che sfugge

Una frustrante e compulsiva ricerca

I personaggi sono, infatti, esploratori che sacrificano le loro vite per cercare di avvicinarsi il più possibile alla comprensione di un fenomeno che sfugge alle loro menti. Nel tentativo di spiegare il mistero dell’Area X questi si perdono, ognuno a proprio modo, in una frustrante e compulsiva ricerca che, con un moto contraddittorio, li avvicina e al contempo allontana dalla verità.

Quando la fantascienza non nega la realtà

Vandermeer riesce a far entrare il lettore all’interno di questo spazio esattamente come i suoi personaggi. Grazie ad una prosa serrata, in cui in ogni frase sembra nascondersi un dettaglio fondamentale per la comprensione della storia, anche il lettore diventa un ricercatore di un mondo fantascientifico eppure plausibile, la cui vera essenza tuttavia continuerà a sfuggirgli. Come succede con le migliori serie televisive, alle quali questa trilogia è stata più volte accostata, il lettore non riesce a staccarsi dal libro e, alla fine di ogni capitolo, non riesce ad aspettare di cominciare il successivo.

La Trilogia dell’area X è composta da “Annientamento”, “Autorità” e “Accettazione”. Tutti i capitoli della saga sono stati  pubblicati da Einaudi nel 2015, a distanza di pochi mesi l’uno dall’altro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...