L'”ottima partenza” dell’Italian Book Challenge

FullSizeRender.jpg

Avanti. Marsc’! Esercito dei lettori, correte in libreria e prendete la vostra card perché il campionato dei lettori indipendenti è ufficialmente iniziato!

Cheese, clic. Quando l’unione fa la forza…

A ventiquattro ore dall’avvio dell’Italian Book Challenge la sfida più grande è già stata vinta, quella dei librai indipendenti che uniti, veloci, hanno formato la prima vera rete di piccole e medie librerie. Un’attenzione mai vista prima nei confronti della lettura, che segnala ogni anno un calo di attenzione sempre più crescente. E invece la pagina Facebook di Italian Book Challenge registra l’intrepida attesa dei lettori e avvia la raccolta di immagini per la galleria ufficiale dell’evento. Hai acquistato il primo libro della sfida, o solo la card? Poco importa, gli organizzatori aspettano una fotografia dall’hashtag #IBC16. Cheese, clic: il ricordo dei tuoi primi momenti in gara è ora catturato.

E la funzione delle categorie?

Sono cinquanta, tra le più disparate. Da un libro con la copertina blu, a uno ambientato nella tua regione, da un libro breve che puoi finire in un giorno a un libro di oltre seicento pagine

“Più un gioco che una sfida”

Il parere di Marta della Gogol & Company

Nei precedenti aggiornamenti su Italian Book Challenge avevamo elencato tra le librerie la Gogol & Company di Milano, fin da subito sostenitrice dell’iniziativa. Marta, della famosa libreria milanese, luogo ameno per tantissimi lettori dal palato fine, ci ha raccontato la sua esperienza da libraia a contatto con l’Italian Book Challenge: «Ho visto tante persone curiose. Già prima della partenza ufficiale, i lettori erano tanto motivati dal gioco da voler cominciare prima. Ecco, sì, più un gioco che una sfida. Un gioco che motiva i lettori a sfidarsi a leggere racconti nuovi, a farsi guidare dal libraio nella scelta di libri anche un po’ ricercati» E soprattutto le aspettative di affluenza sono state rispettate: «Solo ieri, nel giorno di lancio, abbiamo compilato dieci tessere. Ci sembra un’ottima partenza»

Così come nelle più sane competizioni l’importante è vincere, provando un po’ di tutto.

Annunci

One thought on “L'”ottima partenza” dell’Italian Book Challenge

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...