Qualcuno ci vuole tenere nascosta l’origine dell’umanità. “DNA” di Dario Giardi

12755046_10208534785116516_1263728551_o.jpg
In profondità (by frensis)

Quattro persone nelle profondità di una grotta. Non sono speleologi ma ricercatori. Hanno una vasta cultura scientifica che si rivela inutile a una tale profondità. L’unico con qualche esperienza è Daniel, un alpinista svizzero, nonché il primo a fare un errore: non ha agganciato bene delle sicure. La missione è segreta quindi nessuno dovrebbe sapere dove si trovino e cosa sperino di trovare ma per fortuna Daniel ha commesso un secondo errore: mettersi in contatto con la sua ragazza, Estela, l’unica che ora, dopo giorni che non si hanno più notizie della spedizione, può sperare di salvarli.

La scomparsa e la partenza per l’Italia

Estela, una ricercatrice di psicologia messicana, è preoccupata. Conosce bene il suo ragazzo e sa che per nulla al mondo avrebbe saltato il loro appuntamento su Skype. Dopo sei giorni che non ha notizie di lui decide di partire. La meta è l’Italia. Un’Italia bella come non la leggevamo da molto tempo, tra un Molise dimenticato e una Sardegna mitica e selvaggia come quella di Sea and Sardinia di D. H. Lawrence. Le persone sono tanto gentili e disponibili da diventare inquietanti eppure la speranza che possa essere tutto vero e genuino rimane in Estela come nel lettore.

Viaggio al centro della terra e di noi stessi

Estela si troverà a scendere quella stessa grotta per cui era sceso Daniel e la discesa si trasforma in un viaggio dentro noi stessi. Un viaggio, questo nella profondità della nostra persona, molto più impervio e pericoloso perché costringe a fronteggiare proprio ciò che abbiamo cercato di ignorare per tutta la vita.

12714304_10153913601499710_271676051_n

Un’ipotetica risposta

Dio e gli extraterrestri

DNA è un romanzo veloce e lento al tempo stesso: veloce è il ritmo di lettura e lenta l’assimilazione. Leggendolo mi sono trovato a chiedermi se quanto stessi scoprendo potesse essere vero o no. Nel romanzo è vivace il dialogo tra teologia e filosofia della scienza: due discipline tante distanti quanto inseparabili. Potremo mai essere gli unici abitanti dell’Universo? Nel caso in cui incontrassimo altre popolazioni, questo comporterebbe la fine della Chiesa o nel disegno divino rientra la possibilità di Ufo e intelligenze superiori? Se la Specula vaticana dovesse scoprire l’esistenza di extraterrestri farebbe di tutto per entrarci in contatto o negherebbe la loro esistenza? Dario Giardi in questo thriller fantascientifico dà la sua ipotetica risposta: qualcuno ci vuole tenere segreta la vera origine dell’umanità.

Quando la ricerca si fa duplice

Ah, già! Estela ha dei poteri, anche se è rischioso definire così le visioni a cui assiste nel sonno o gli sbalzi di energia a cui sono soggette le luminarie in sua presenza. Eppure durante il suo viaggio nel disperato tentativo di trovare il suo ragazzo Estela avrà modo di trovare anche sé stessa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...