2016 senza pietà: addio Harper Lee e Umberto Eco

 

Le Eco.jpgCome se non bastasse la notizia della morte di Harper Lee a renderci tristi, a poche ore di distanza apprendiamo della scomparsa di un altro grande scrittore: Umberto Eco. Il 2016 pare davvero poco clemente nei confronti degli artisti, sia della musica che della letteratura.

Scriver poco ma bene

Il modo migliore per rendere omaggio a questi due giganti, oltre a pubblicare post più o meno sentiti, è quello di (ri)leggere le loro opere. La produzione della Lee è assai scarna: dopo aver vinto il Pulitzer con il celeberrimo “Il buio oltre la siepe“, si ritirò ben presto a vita privata. Solo 2015 è stato pubblicato “Va’, metti una sentinella” considerato una corta di sequel del suo capolavoro, sebbene l’autrice abbia dichiarato di averlo scritto prima del precedente. La pubblicazione fu accompagnata da un mare di polemiche, legate ai diritti. Pare infatti che la Lee, da tempo malata, non fosse pienamente in grado di intendere e volere.

Scriver tanto e scriver bene

Ben più vasta la produzione di Umberto Eco, filosofo e semiologo, oltre che apprezzatissimo scrittore. La sua opera più famosa è certamente “Il nome della rosa“, ma ricordiamo anche “Baudolino”, “Il pendolo di Foucault”, oltre ai più recenti “Il cimitero di Praga” e “Numero zero”, la sua ultima pubblicazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...