Il mestiere del traduttore. Intervista a Marco Rossari

rossari2.jpg

I traduttori sono come i fonici ai concerti, gli scenografi a teatro o forse i registri al cinema: lavorano nell’ombra, dietro le quinte, mettono a disposizione il loro talento per un’opera d’arte che non porta la loro firma. Compaiono solo in quei titoli di coda che nessuno ha mai la pazienza di stare a guardare. Eppure i traduttori sono qualcosa di più perché noi non leggiamo nemmeno una parola del testo originale: leggiamo solo e soltanto quello che loro ci raccontano. Il faccione che vedete nella foto è di Marco Rossari che di professione fa appunto il traduttore. L’abbiamo incontrato al Festival Writers#3.

Ecco cosa ci ha raccontato.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...