Piergiorgio Pulixi al Crime Writers Festival 2016 a Nuova Dehli

14256611-New-Delhi-India-main-street-next-to-railway-station-Stock-Photo

In uno dei più importanti festival letterari indiani, il “Crime Writers Festival“, l’Italia c’è e si fa sentire, anche se rappresentarci è un italiano residente a Londra. Parlo di Piergiorgio Pulixi, che ha presentato al pubblico di Nuova Delhi La notte delle pantere (Edizioni e/o 2014), il suo secondo romanzo dedicato al personaggio di Biagio Mazzeo.

Quando il poliziesco racconta la società e i suoi peccati

Al Festival di Nuova Delhi, che si è concluso ieri, lo scrittore ha spiegato che, come riporta Ansa.it, i due personaggi dei suoi romanzi – il già citato poliziotto Mazzeo (personaggio apparso per la prima volta nel romanzo Una brutta storia, pubblicato in Italia sempre da Edizioni e/o nel 2012) e il commissario Vito Strega (protagonista invece del Canto degli innocenti, uscito l’anno scorso per i tipi dello stesso editore) –  “rappresentano gli antipodi, gli opposti di uno stesso discorso, di uno stesso progetto che è quello di raccontare la società e i suoi peccati attraverso delle storie poliziesche”. I caratteri dei personaggi sono quindi dettati dalla contigenza e dall’interpretazione che ne dà l’autore. Infatti Mazzeo “è un poliziotto corrotto – continua Pulixi – che usa la divisa per i propri scopi, Strega è un commissario integerrimo, che farebbe qualsiasi cosa pur di assicurare la giustizia alle vittime. Narrativamente, scrivere di due personaggi così diversi, così polarizzati, è interessante, perché mi permette di cambiare totalmente registro passando da una serie all’altra, e credo che questo dia anche più freschezza alla mia scrittura”.

35930210_penna-penna-intervista-con-autore-piergiorgio-pulixi-1

Voci nuove e originali

Insieme a Marco Missiroli, che con Atti osceni in luogo privato si è confermato uno dei grandi scrittori italiani della nuova generazione, Piergiorgio Pulixi, di anni 33, anche se meno noto in Italia, sta confermando il proprio talento di romanzo in romanzo. Membro del collettivo Sabot, di cui fa parte anche Massimo Carlotto, ha passato un 2015 ricco di soddisfazioni, grazie all’uscita di due suoi libri (‘Il Canto degli innocenti’ e ‘Per sempre’), la vittoria di due premi (il ‘Glauco Felici’ e il ‘Franco Fedeli’), l’approdo tra i finalisti al Premio Scerbanenco e la traduzione già citata di La notte delle pantere negli Stati Uniti. Il 2016 è inizia altrettanto bene con la partecipazione al Crime Writers Festival.

Un autore da seguire

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...