Non facciamo altro che raccontarcela. “Il senso di una fine” di Julien Barnes

400px-Discoter_e_quistiuner_al_barImmaginiamo di avere cinquant’anni e di incontrare qualcuno per la prima volta. Ci presentiamo, dichiariamo di chiamarci Mario, di cognome facciamo Rossi, di lavoro… Poi vorrà sapere qualcosa di più sul nostro presente. Siamo sposati? Abbiamo figli? Come si chiamano, quanti anni hanno, vanno bene a scuola? Poi vorrà sapere come siamo arrivati a questo presente, quali sono i passaggi che ci hanno portato alla nostra vita di oggi? 

L’abbiamo già fatto, un po’ per volta tutti i giorni. Abbiamo selezionato gli episodi più significativi, quelli che più ci hanno segnato e abbiamo cercato di collegarli, arrivando a creare una catena di eventi significativi che hanno formato la rete su cui poi si è costruita la nostra storia. e0b978c36c_6985834_med

Il problema è che sono scelte arbitrarie che corrispondono solo lontanamente a quella che è stata la nostra vita fino a quel momento.

Così, quando Tony Webster a 68 anni scopre che il suicidio del suo amico Adrian Finn avvenuto quarant’anni prima non aveva rappresentato un estremo atto di libertà ma soltanto un atto di viltà – non aveva saputo fare i conto col pensiero di diventare il patrigno della sua ragazza – è costretto a rivedere tutto ciò che si era raccontato fino a quel momento. Adrian era andato a letto con la madre della sua ragazza. La donna rimase incinta.

Tony Webster prende la parola e ci racconta, aggiustandola in itinere, la sua storia. Uomo mediocre nella vita diventa un grande narratore nello straordinario romanzo di Julien Barnes.

P.s.

Barnes nel 2011 vinse con “Il senso di una fine” il Man Booker Prize.

Julian-Barnes-012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...