Una pericolosa giovinezza. “Dio di illusioni” di Donna Tartt

donna-tartt

Richard si è appena diplomato e si trova a dover rispondere a una domanda terribile: “Cosa devo fare della mia vita?”. Quando poi si imbatte nell’accattivante opuscolo di un college del Vermont tutto diventa chiaro e decide di lasciare la California per andare a studiare letteratura inglese e greca a est. La vita nel raffinato college del Vermont è felice e tranquilla finché non incontra cinque studenti  che mandano giù pillole varie come caramelle alla menta, bevono superalcolici come se fosse acqua fresca e parlano il greco antico come se fosse la loro lingua di nascita. Questi cinque avrebbero sconvolto per sempre la sua vita.

Mondi altri

Esistono persone che hanno avuto modo di entrare in contatto con mondi altri, mondi che spesso vengono considerati più profondi ed elevati, come per esempio la letteratura. Se poi questi mondi sostengono valori volti all’edonismo e a un’assoluta libertà da qualsiasi convenzione sociale in qualche modo capace di ostacolare la volontà individuale diventano bombe a mano, pronte ad esplodere in qualsiasi momento, soprattutto se assimilate da ventenni desiderosi, com’è normale a quell’età, di conquistare il mondo. Sta di fatto che quei cinque ragazzi sono proprio come le bombe a mano appena descritte, anche se più arroganti, colti e disinibiti di quanto ci si possa immaginare.

Atmosfere che ricordano “L’attimo fuggente”

Quando finalmente, dopo enormi sforzi, Richard riesce ad essere accolto in
questo gruppo comincia il vero racconto della vita di questi personaggi, uno più affascinante dell’altro, capaci di eclissare la voce narrante, in atmosfere che ricordano “L’attimo fuggente” di  Peter Weir. C’è Bunny, il più divertente, esuberante e indisciplinato del gruppo, di cui subito il narratore ci parla annunciandoci la sua imminente morte. Ci sono gli irresistibili gemelli, Camilla e George. Della prima si innamora Richard e del secondo si innamora Francis, il più “regolare” fra i cinque, con cui il californiano avrà modo di discorrere più agevolmente. Infine abbiamo Henry, il più autorevole, enigmatico e agghiacciante personaggio che abbia mai incontrato in un libro.

Tra paure, domande, frustrazioni e gioie

Donna Tartt racconta la gioventù più vera in questo romanzo di formazione che non ignora la suspense caratteristica del giallo ma soprattutto porta alla luce paure, domande, frustrazioni e gioie che tormentano tutti i ventenni del mondo.

 

copertina dio di illusioni

 

DONNA TARTT

“Dio di Illusioni”

Rizzoli

Pagine 535, € 11.00.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...